Dario Fo

 

Nulla di valore è possibile aggiungere a descrizione del personaggio e dell'uomo, nulla più di quanto lui stesso non abbia realizzato e pronunciato.

Un'intera carriera accanto alla bellissima e amata Franca Rame, che con lui condivideva ideali, libertà intellettuale e d'animo, Dario Fo è stato tra i più rilevanti personaggi contemporanei.
Scrittore, saggista, drammaturgo, attivista politico, regista, attore e scenografo, ma ancora costumista, illustratore e pittore.

Dario Fo e Franca Rame

Maestro e "giullare" anticonformista, ribelle e anticlericale, Dario Fo è questo e molto altro, tanto che se non fosse per la motivazione, "Perché, seguendo la tradizione dei giullari medioevali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi", il Premio Nobel per la letteratura consegnatogli nel 97, sarebbe il riconoscimento di minor valore, a fronte della portata culturale, per la forza di camminare contro le istituzioni e quella borghesia dalla quale volle scostarsi anche allontanandosi dal "giro" del teatro ufficiale, per dedicare il proprio talento e la propria visione alle persone comuni, così che il palco divenne la strada, le carceri o le fabbriche.

Scomparso nel 2013, la sua opera rimane viva, così come l'amore e l'ammirazione del pubblico, della sua gente.

 

"Mi sento attore dilettante e pittore professionista"

 
Dario Fo
 
Realizzata in collaborazione con la Compagnia Teatrale Fo Rame, presso Palazzo Chianini Vincenzi, Galleria d'Arte "La Chimera" di Arezzo, dal 1° aprile al 2° luglio, avrà luogo la mostra nella quale sarà possibile ammirare 48 opere pittoriche, pezzi unici del Maestro.
 
Mostra Pittorica Dario Fo Arezzo
 
 
 
 

Dario Fo, “Mi sento attore dilettante e pittore professionista” ultima modifica: 2017-03-18T13:21:49+00:00 da iCdB
Condividi...

dal 1 aprile al 2 luglio 2017